giovedì 11 agosto 2016

LFL 2016, gara 10: che sorpresa Dallas!

Nella decima partita del campionato della LFL, la squadra rivelazione del torneo, le Dallas Desire, ospitano le campionesse in carica, le Seattle Mist.

Le ragazze di Dallas, per l'occasione in nero invece che nel loro solito blu, aprono le marcature con un lancio di Michelle Angel per Jade Randle. Con l'extra point di Victoria Thomas si va così sullo 0-7. Le Mist ribattono chiudendo il drive con un passaggio in meta da 3 yards da K.K. Matheny a Bryn Renda cui si aggiunge l'extra point di Dominique Maloy: 7-7.

Si entra nel secondo quarto. Thomas riceve direttamente lo snap e corre per 3 yards in meta. Di nuovo snap diretto a Thomas per la conversione: 7-14. Anche questa volta Seattle pareggia nel drive seguente: un passaggio da meta di Matheny per Lashaunda Fowler e l'extra-point di Maloy portano il risultato sul 14-14. Per la prima volta nella partita un drive non finisce in meta: Dallas perde palla per down. Le ragazze in verde ne approfittano per portarsi avanti con un passaggio da touchdown di Matheny per Stevi Schnoor (2 yards, nell'immagine qui sotto) e l'extra-point di Jessica Hopkins: 21-14. I 32 secondi mancanti alla conclusione della prima metà non sono sufficienti a Dallas per segnare.


Nel terzo quarto Dallas capovolge le sorti dell'incontro. Monika Jaramillo intercetta un lancio di Matheny. Gioco a sorpresa di Dallas: la quarterback Michelle Angel si schiera in posizione di receiver, lo snap va a Cortnee White che poi dà la palla a Angel la quale lancia per Randle (nella foto di apertura): la giocata, da una trentina di yards, vale il touchdown. La conversione non riesce e le Desire restano indietro di un punto, 21-20. La palla passa a Seattle che su un 4° & 1 affida il pallone a Stevi Schnoor: la runningback canadese viene però bloccata dall'onnipresente Randle e da Shawntee Bunting Shiree. Le Desire non perdono l'occasione per portarsi avanti del punteggio. Angel passa a White che afferra la palla e corre in meta (il gioco è da 19 yards). Jaramillo arriva su un pallone lanciato da Matheny, ma non riesce a trattenerlo. L'appuntamento con l'intercetto è, però, solo rimandato di poco.


Comincia l'ultimo quarto. Le Mist arrivano a 4 yards dalla meta, ma ancora Jaramillo intercetta un passaggio di Matheny (immagine qui sopra), negando così la segnatura a Seattle. Le Desire non riescono a muoversi in avanti e, rimaste vicina alla loro linea di meta, decidono di usare il quarto down per allontanare la palla con un punt, calciato da Angel. Maloy perde palla nel contatto con il terreno e il pallone viene preso al volo dalla solita Randle. Gi arbitri accordano il cambio di possesso, ma Seattle non è d'accordo e lancia il "challenge" (richiesta di riesaminare l'azione con l'ausilio della moviola): gli arbitri riconoscono che la protesta è corretta e ridanno la palla alle Mist. Un passaggio di Schnoor viene deviato e quasi intercettato (due giocatrici di Dallas si ostacolano un poco tra loro). Seattle si trova su un 4th & goal: Matheny trova il passaggio in meta per Fowler che però non trattiene la palla che, così, passa a Dallas a 1:49 dalla conclusione dell'incontro. Le Desire gestiscono il possesso del pallone e la partita si chiude con la vittoria delle texane.

Nessun commento:

Posta un commento