domenica 24 luglio 2016

LFL 2016, gara 8: Atlanta sommerge Omaha: 77-0!

Non c'è proprio storia nella partita tra Omaha Heart e Atlanta Steam, gara 8 del campionato 2016 della LFL. Le Heart vanno in Georgia e vengono asfaltate dalle padrone di casa di Atlanta con un roboante 0-77.

Atlanta apre le marcature con un passaggio da 4 yards di Dakota Hughes a Lauran Ziegler cui fa seguito l'extra-point di Jessie Locklear: 0-7. Omaha non fa strada: due volte le sue runningback sono fermate subito, quindi Brittany Demery fa un sack sulla quarterback Lindsey Howell. Le Heart non sanno che fare e si prendono pure una penalità per ritardo nel rimettere la palla in gioco. Si ritrovano così con un quarto down e 20 yards da conquistare partendo dalle loro 5: l'impresa è disperata e le Heart decidono quindi di calciare un punt, affidato a Shaylynn Durham. Le Steam raddoppiano con una corsa da 17 yards di Demery e l'extra-point realizzato con un passaggio di Hughes a Ziegler: 0-14. Nel drive seguente, Omaha macina un bel po' di terreno arrivando fino a 5 yards dalla meta, ma rovina tutto perdendo palla con un fumble di Sarah Jane Thompson coperto da Ziegler.


Nel secondo quarto, Locklear segna con una corsa da 7 yards e lei stessa aggiunge il punto addizionale: 0-21. Nel drive successivo, Demery fa due sack su Howell. Omaha perde la palla per down sulle proprie 4 yards e basta un gioco ad Atlanta per segnare ancora: Hughes trova Theresa Petruziello in meta. Con l'extra-point di Locklear si va sullo 0-28. Howell passa lateralmente a Thompson che non trattiene; sulla palla così persa da Omaha arriva anche questa volta Ziegler. Atlanta segna persino con azioni nate male: a 8 yards dalla meta, uno snap alto fa finire la palla molto indietro; Hughes la rincorre e la agguanta 20 yards più indietro, la passa a Ziegler che riceve sulle 15 di Atlanta e corre poi fino in meta (nell'immagine sopra, il momento in cui Hughes lancia il pallone). Extra-point di Demery e punteggio sullo 0-35. Il successivo tentativo delle Heart dura un solo gioco: al primo down Keyon Harrison intercetta un passaggio di Howell. Atlanta, viceversa, non perde un colpo: il drive si conclude con una corsa da 1 yard in meta di Ziegler che con l'aggiunta dell'extra-point, segnato con un passaggio di Hughes a Ziegler, porta al risultato di 0-42 con il quale termina la prima metà di gioco.

Nell'immagine qui sotto, Dakota Hughes mette il suo braccio tra la compagna di squadra Jessie Locklear, in possesso del pallone, e un'avversaria per impedire che la compagna che ha ancora un ginocchio a terra venga toccata in quella posizione (ciò che determinerebbe la fine dell'azione).


Non cambiano le cose nella seconda metà della partita. C'è un fumble di Howell sullo snap e il pallone viene preso da Adrian Purnell che lo riconsegna così ad Atlanta. Un passaggio in meta da 9 yards di Hughes a Petruziello e il seguente extra-point di Locklear fanno avanzare i punti delle Steam a 49. Omaha perde palla per down. Hughes lancia a Purnell: 18 yards e meta; la conversione di Amanda Ruller fa salire i punti a 56. Omaha riesce finalmente a varcare la linea di meta (passaggio di Howell a Nicki Bernhardt), ma non è proprio giornata: c'è una penalità e il touchdown viene annullato. Howell perde palla su un sack ma stavolta Omaha riesce a riacchiappare il pallone grazie a Thompson. Bernhard riceve la palla; su un tackle che le viene fatto pare voler lanciare la palla: un passaggio in avanti in quella situazione non sarebbe valido, ma finisce comunque ancora peggio: il pallone finisce addosso a una giocatrice di Atlanta, Alfye Gore, e quindi viene preso al volo da un'altra giocatrice delle Steam, Harrison. Su questo gioco si conclude il terzo quarto.

Le squadre cambiano campo per l'inizio dell'ultimo quarto e al primo gioco la fantastica coppia Hughes-Ziegler va ancora a segno. Dakota lancia a Lauran che riceve e corre altre 10 yards: touchdown da 30 yards (nella foto di apertura). L'extra-point è di Ruller e il punteggio va sullo 0-63. Omaha perde ancora palla per down. C'è spazio anche per Tiara Elvin che segna un touchdown (corsa da 8 yards) e il successivo extra-point: 0-70.  Nuovamente Omaha perde palla per down. Hughes lancia un passaggio da 7 yards in meta per Dina Wojowski e con l'extra-point di Ruller si arriva al definitivo 0-77. L'ultimo drive di Omaha si conclude senza segnature.

Per Atlanta 11 drive su 11 conclusi in meta. Dakota Hughes, con 7 passaggi da touchdown, stabilisce il record nella storia della LFL. Lauran Ziegler, superlativa in attacco e in difesa, viene eletta miglior giocatrice della partita.

Nessun commento:

Posta un commento