venerdì 6 novembre 2015

LFL 2015: le più brave e le più belle

Chi sono state le migliori tra le giocatrici della LFL nel 2015? La lega ha assegnato, come di consueto, i suoi premi.

Miglior giocatrice dall'anno: Danika Brace

Il titolo di miglior giocatrice dell'anno è stato assegnato a Danika Brace (nella foto di apertura), una delle atlete che hanno trascinato le Seattle Mist alla vittoria nel campionato. Le altre tre nominate per il premio erano Dakota Hughes, quarterback delle Atlanta Steam, Lauran Ziegler, anche lei di Atlanta, e K.K. Matheny, quarterback di Seattle.

Miglior giocatrice di difesa: Danika Brace

Danika Brace ha vinto anche il titolo di miglior giocatrice di difesa, vincendo la concorrenza delle tre altre nominate, Alli Alberts (Chicago Bliss), Leanne Hardin (Atlanta Steam) e Adrian Purnell (Atlanta Steam).

Miglior giocatrice d'attacco: Dakota Hughes


Miglior giocatrice d'attacco è stata eletta Dakota Hughes, quarterback delle Atlanta Steam. Le altre tre nominate erano Chrisdell Harris (Chicago Bliss), Stevi Schnoor (Seattle Mist) e Lauran Ziegler (Atlanta Steam).

"Mortaza Award": Lauran Ziegler


Il "Mortaza Award" è un riconoscimento per una giocatrice che sia, come si dice in America, "inspirational", in campo e fuori dal campo. L'ha vinto Lauran Ziegler, delle Atlanta Steam. Le altre candidate erano Monique Gaxiola (Los Angeles Temptation), Danielle Harvey (Los Angeles Temptation), Amanda Hogan (Omaha Heart).

Rookie dell'anno: Dominique Maloy


La rookie (esordiente) dell'anno è stata Dominque Maloy, delle Las Vegas Sin. Le altre tre proposte per il premio erano Kimm Chase (Los Angeles Temptation), Jessie Locklear (Atlanta Steam) e Kadi Findling (Seattle Mist).

"In the trenches Award": Dina Wojowski


Quest'anno è stato aggiunto un nuovo premio chiamato In the trenches, come riconoscimento all'impegno nelle linee, spesso poco visibile al pubblico. La premiata è stata Dina Wojowski, delle Atlanta Steam (nella foto qui sopra in nero, pronta all'azione in linea difensiva). Le altre nominate erano Kimm Chase (Los Angeles Temptation), Megan Hanson (Seattle Mist) e Yashi Rice (Chicago Bliss).

Play of the year: touchdown pass di Dakota Hughes a Adrian Purnell




Come più bella azione dell'anno è stato scelto il touchdown confezionato da Dakota Hughes e Adrian Purnell nella partita tra le loro Atlanta Steam e le Chicago Bliss, la quinta di questo campionato, disputata il 10 maggio 2015. C'è un malinteso sullo snap e il pallone, posizionato sulle 24 di Chicago, parte cogliendo di sorpresa Dakota che si stava sistemando la gomitiera. La quarterback recupera la palla sulle sue 5 e, sotto pressione, passa (prima immagine qui sopra) dalle 10 a Adrian Purnell che riceve sulle 23 di Chicago, resiste a un tentativo di placcaggio di Dominique Collins e va in meta (terza immagine) portando la sua squadra in vantaggio per 13-7 (poi, però, finirà 13-29). Cercando di fermarla, Dominque scopre, anche se solo un poco e solo per un attimo (gli slip tornano subito a posto da soli), il lato b di Adrian (seconda immagine): anche se la wardrobe malfunction è fugace, è sempre un tocco di spettacolo in più per un'azione già spettacolare sotto il profilo sportivo.
Qui il video della bellissima giocata.

Hall of Fame: Liz Gorman



E' stata inoltre nominata una giocatrice nella Hall of Fame della LFL. L'anno scorso c'era stata la prima nomina e la prima ad avere tale onore era stata, meritatamente, Monique Gaxiola. Quest'anno è toccato a un'altra grande giocatrice, Liz Gorman, brava in attacco e bravissima in difesa (due volte eletta miglior giocatrice di difesa dell'anno). E una delle più belle giocatrici della storia della LFL (come, d'altra parte, bellissima è anche Monique), come mostrano le due immagini qui sopra: nella prima veste la divisa delle Los Angeles Temptation (con le quali avrebbe dovuto giocare dopo tre anni con le Tampa Breeze, ma con le Temptation, pur se inserita nel roster delle giocatrici, non è mai entrata in campo); nella seconda in campo in una pausa della finale saluta i tifosi festeggiando la nomina nella Hall of Fame.

Hottest player: Alli Alberts


La LFL ha voluto inoltre eleggere la più bella giocatrice dell'anno (ma forse "hottest" sarebbe meglio tradotto come "la più figa"). E' stata presentata una classifica con le 20 giocatrici più "hot". La vincitrice è stata Alli Alberts, delle Chicago Bliss. Al secondo posto Adrian Purnell delle Atlanta Steam e al terzo Cynthia Schmidt delle Las Vegas Sin. Le altre incluse nella top 20 sono state: 4 Michelle Angel, 5 Chantell Taylor, 6 Tai Emery, 7 Chelsea Haardt, 8 Danika Brace, 9 Kimm Chase, 10 Kadi Findling, 11 Deena Fagiano, 12 Kelly Campbell, 13 Lauran Ziegler, 14 Dakota Hughes, 15 Megan Hanson, 16 Bryn Renda, 17 Stephanie Murray, 18 Naja Christmas, 19 Amanda Hogan, 20 Carla Kosak.

L'avvenenza è la regola nella LFL e, dovendone scegliere solo 20, era inevitabile che tante belle ragazze restassero fuori dalla classifica. Se, però, possiamo dire la nostra, ci sembra che le bellissime Heather Hudson e Monique Gaxiola non dovessero proprio mancare tra le prescelte. Noi avremmo certamente inserito nella top 20 anche Carmen Bourseau e Jessica Hopkins e avremmo messo più vicine alla vetta della classifica Deena Fagiano, Lauran Ziegler e Dakota Hughes.

Per i video con le 20 hottest cliccate sui numeri seguenti che indicano le posizioni delle ragazze presentate: 1, 2-4, 5-9, 10-14, 15-20.

Congratulazioni a tutte le vincitrici e in generale a tutte le giocatrici della LFL: bellissime, bravissime, spigliate: delle very special girls!

Nessun commento:

Posta un commento