mercoledì 12 agosto 2015

LFL 2015, gara 13: Los Angeles va ai playoff

Seconda sfida dell'anno tra Los Angeles Temptation e Las Vegas Sin. Nella prima si sono imposte le giocatrici in nero di Los Angeles, per le quali una vittoria in questo secondo scontro significherebbe il passaggio ai playoffs mettendo la parola "fine" alle residue speranze delle Sin.
Le Temptation devono ancora fare a meno della loro quarterback titolare, la fortissima Ashley Salerno, in panchina in divisa da gioco ma senza che ci si arrischi ancora a farla giocare dopo l'infortunio.

Il primo drive di Los Angeles non è brillante. C'è anche un fumble sullo snap, ma il pallone viene per loro fortuna agguantato da Carmen Bourseau. Comunque non si arriva alla meta e le Temptation perdono la palla per down. Non dà esito positivo neppure il drive delle Sin, durante il quale Kimm Chase mette a segno un sack sulla quarterback di Las Vegas Sindy Cummings. Il punteggio si muove, nel drive successivo, allo scadere del primo quarto, con un passaggio da 3 yards di Michelle Angel a Danielle Harvey in endzone (nella foto di apertura): 6-0.

Il secondo quarto comincia con un drive a testa senza segnature, mentre in quello successivo Las Vegas va in meta con un quarterback sneak da 1 yard di Sindy Cummings, cui si aggiunge l'extra point di Brittany Demery: le Sin sono dunque in vantaggio di un punto. Le Temptation hanno poco più di un minuto a disposizione e, dopo aver rischiato di perdere la palla (fumble di Bourseau recuperato da Angel), riescono nel loro intento, concludendo con una corsa da 1 yard di Sherri Awagah e, per l'extra point, un passaggio di Angel alla stessa Awagah: 14-7. Las Vegas ha solo 17 secondi per replicare: comincia bene con una gran ricezione di Cynthia Schmidt, ma sul gioco seguente, una corsa di Dominique Maloy, finisce il tempo.

Nel terzo quarto, le giocatrici in bianco pareggiano i conti con un touchdown su corsa da 1 yard di Cummings (ritratta nell'immagine qui sotto, che mette in risalto la bellissima scollatura) e l'extra point della stessa giocatrice: 14-14. Los Angeles si riporta avanti con una corsa in meta di Angel (4 yards): 20-14.


Si entra nell'ultimo quarto. Las Vegas va vicino al touchdown con una passaggio di Cummings a Schmidt in endzone: la bionda receiver, che in questa partita aveva messo in mostra le sue qualità sportive, stavolta non trattiene la palla. Seguono due passaggi incompleti e le Sin si fermano a 7 yards dalla linea di meta. Los Angeles, invece, segna nuovamente: Angel passa ad Awagah che riceve la palla, non viene smossa da un tentativo di tackle di Kelly Campbell e se ne va in meta (nell'immagine sotto). A questa meta da 29 yards segue l'extra point, un passaggio di Angel a Harvey, che porta il risultato sul definitivo 28-14. Las Vegas, infatti, non riesce a segnare. Nella difesa delle ragazze in nero si distingue Delaney Hall che devia un passaggio diretto a Maloy. Le Sin perdono il possesso del pallone per down e le Temptation si limitano a far scorrere i 56 secondi restanti alla fine per poi festeggiare l'accesso ai playoffs.


Annotazione finale. Già in una partita precedente Dominque Maloy aveva perso il casco in un'azione di gioco. Nel corso di questa partita è successo per ben quattro volte. Il ripetersi del problema (capitato a lei sola) non può sfuggire a lei stessa, alla squadra e alla lega ed è senza dubbio necessario un controllo del casco e un intervento adeguato per far evitare che la giocatrice possa ricevere colpi alla testa senza essere protetta dal casco.

Risultato finale: Los Angeles Temptation - Las Vegas Sin 28-14

Nessun commento:

Posta un commento