mercoledì 1 luglio 2015

LFL 2015, gara 9: non bastano i rinforzi a Omaha contro Chicago

Dopo tre tremende batoste (0-79 con Atlanta, 0-49 con Chicago, 0-62 nella seconda sfida con Atlanta), le Omaha Heart hanno reclutato qualche rinforzo. Sono così tornate sui campi della LFL Heather Hudson (ex Baltimore Charm), Leekplay Paye (ex Minnesota Valkyrie), Anonka Dixon (ex quarterback di Miami Caliente e Orlando Fantasy). Non è però bastato per competere con le Chicago Bliss, tra le quali ha brillato particolarmente Alli Alberts (a sinistra, con il numero 1, nella foto di apertura; al centro, con il 5, c'è Deena Fagiano che fa un ballo ancheggiando in modo molto sexy, a destra con il 14 Jamie Barwick).

Al primo drive, Chicago perde la palla per down. Lo stesso comunque fa Omaha, mentre al drive seguente le Bliss non sbagliano e concludono con una corsa in meta da 6 yards di Chrisdell Harris, con conversione della stessa Harris: 7-0. Al primo gioco del drive seguente, Dixon, nel fare una finta di lancio, si lascia sfuggire il pallone che rotola in endzone dove lo acchiappa Yashi Rice: touchdown (nell'immagine qui sotto). Con la conversione su corsa di Furr si va sul 14-0. Non meglio va il successivo drive di Omaha: al secondo gioco, Dixon lancia lungo e Alli Alberts intercetta la palla.


Si entra nel secondo quarto. Anche Chicago fa qualche pasticcio: in un pitch di Furr a Harris la palla cade a terra ma, per fortuna delle Bliss, viene afferrata da una loro giocatrice, Deena Fagiano. Furr lancia per Alberts ma stavolta la spunta Omaha: Hudson, bella e brava, riesce a impedire la ricezione. Chicago perde la palla per down. Nel drive seguente, Dixon subisce un sack da Furr. Omaha perde palla per down a due passi dalla endzone di Chicago. Le Bliss aumentano quindi il vantaggio con uno screen pass di Furr per Harris che corre fino in meta (16 yards) a 16 secondi dalla fine della prima metà di gioco. Nei secondi restanti, Dixon prova un lancio lungo, ma Alberts, in questa partita veramente in gran forma, mette a segno il secondo intercetto della partita. All'intervallo si è sul 20-0.

Il terzo quarto comincia con Hudson che effettua un buon ritorno del kickoff di Dominique Collins. Ancora una volta a Omaha manca però il tocco finale: le sue azioni si fermano a 6 yards dalla meta. Le Bliss attarversano il campo e concludono con una meta: screen pass di Furr per Chabria Survillion, gioco da 2 yards e touchdown (nell'immagine sotto), cui si aggiunge l'extra point (Furr passa a Stephanie Murry): 27-0. Continua la giornata no di Dixon che riceve un sack da Nneka Nwani e perde la palla, che resta comunque alle Heart grazie alla prontezza di Hudson. Quindi Chantell Taylor, Yashi Rice e Heather Furr mettono nuovamente a terra con un sack la povera Dixon. Omaha ancora una volta perde la palla per down.


Si passa nell'ultima frazione di gioco e c'è una meritata meta per Alberts (nell'immagine sotto, in mezzo a due giocatrici di Omaha che cercano invano di impedirle la segnatura), che riceve un lancio di 6 yards di Furr. Con l'extra point su corsa della stessa Furr si va sul 34-0. C'è un fumble nell'hand-off tra Dixon e Hudson e la palla viene presa da un'avversaria (Rice): era un quarto down e la palla sarebbe stata persa anche se l'avessa ripresa una giocatrice di Omaha, ma ancora una volta le Heart mostrano di non riuscire proprio ad entrare in partita. La situazione sarebbe favorevole per Chicago, che parte a 11 yards dalla meta, ma stavolta anche le Bliss non giocano bene le loro carte e perdono palla per down. Nwani fa poi un altro sack su Dixon che nell'azione ha pure un leggero infortunio che la tiene fuori campo per due azioni, dopo le quali rientra, ma senza riuscire neppure stavolta a condurre le Heart a segnare. Chicago segna ancora con un passaggio di 5 yards di Furr a Murry: 40-0. Omaha conclude una partita ancora disastrosa con un fumble sullo snap di Shawntrielle Tilmon a Dixon: la palla è conquistata da Furr. Chicago a questo punto si limita a far finire il tempo con un paio di quarterback kneel.


Neppure l'arrivo di giocatrici che si erano distinte in altre squadre è riuscito a portare Omaha non diciamo alla prima vittoria ma nemmeno a segnare almeno un punto. Dopo quattro incontri, le Heart hanno quattro sconfitte, 0 punti segnati e 230 subiti. Anonka Dixon, molto attesa, ha deluso le aspettative. Brava invece Heather Hudson, ma ovviamente da sola non può fare troppo.

Risultato finale: Chicago Bliss - Omaha Heart 40-0.

Nessun commento:

Posta un commento