sabato 6 giugno 2015

LFL 2015, gara 5: Chrisdell Harris trascina Chicago alla vittoria

Seconda sfida dell'anno tra le due finaliste dello scorso anno, Atlanta Steam e Chicago Bliss. Si gioca in casa delle Bliss.

Il kickoff è calciato da Dominique Collins, di Chicago, e nel loro primo drive le Steam vanno a segno con un passaggio di 4 yards di Dakota Hughes per Coco Montgomery, seguito dalla trasformazione di Lauran Ziegler: 7-0 per Atlanta. Le Bliss comunque pareggiano subito i conti con una corsa da 24 yards di Chrisdell Harris e la trasformazione di Furr: 7-7. Al primo gioco del drive successivo, arriva la prima wardrobe malfunction di questo campionato: Nas Johnson si ritrova con gli slip tirati giù in un'azione, ma con grande professionalità non si preoccupa di ciò e pensa invece a proseguire conquistando più yards possibili per la sua squadra (maggiori dettagli e due foto in un post a parte). Uno snap alto mette però nei guai Atlanta: la palla scappa indietro e viene ripresa dalle Steam a 5 yards dalla propria linea di meta e Atlanta deve ripartire con un proibitivo terzo down con 31 yards da conquistare.


Il gioco seguente (intanto si è passati nel secondo quarto) non porta a nulla e sul quarto e 31 le Steam optano per un punt (nell'immagine qui sopra). I precedenti due tentativi di punt visti in questo campionato, entrambi di Omaha, erano stati abbastanza disastrosi. Invece in questo caso Lauran Ziegler calcia un ottimo punt che esce a una yard dalla linea di meta avversaria. Chicago pasticcia un po': perde una palla su uno snap, ma riesce ad agguantarla. Poi perde il possesso della palla per down, ma lo stesso capita ad Atlanta nel drive seguente. Palla ancora, dunque, a Chicago. Dopo essersi affidate quasi esclusivamente alle corse di Harris, le Bliss tentano anche i passaggi, ma con scarsa fortuna. Quello di Heather Furr diretto a Kim Perez viene deviato provvidenzialmente dalla sempre brava Ziegler. Poi, su un quarto down, Nneka Nwani non riesce a trattenere il pallone lanciatole da Furr e le Bliss perdono la palla per down a 11 secondi dalla fine, tempo non sufficiente ad Atlanta per segnare.

Il kickoff che apre la seconda metà della partita è di Ziegler che tenta uno squib kick: la palla, non trattenuta dalle Bliss, viene presa da Alfye Gore delle Steam. Atlanta combina un altro pasticcio su uno snap. Si parte sulle 24 yards di Chicago. La centro manda la palla verso la quarterback Hughes quando questa sta sistemandosi una gomitiera e non si aspetta il pallone che finisce indietro verso l'area di meta delle Steam. Stavolta però l'esito è ben differente, grazie a Dakota Hughes che fa una grande azione: raccoglie la palla sulle 5 yards di Atlanta e, pur se messa sotto pressione da due avversarie (foto sotto), dalle 10 yards vede libera Adrian Purnell e le passa la palla. Purnell riceve sulle 23 di Chicago, resiste a un tentativo di placcaggio di Collins e corre in meta: 13-7 per Atlanta. Segna ancora Harris per Chicago con una corsa da 6 yards. Con la trasformazione della stessa Harris, le Bliss passano in vantaggio di un punto, 14-13. Atlanta gioca un altro brutto snap e Hughes, dopo aver recuperato la palla, subisce un sack da Yahshi Rice. Atlanta perde poi la palla per down.


Si entra nell'ultimo quarto. Chicago non sciupa l'occasione per allungare il passo e segna con un'altra meta di corsa (7 yards) di Harris, seguita dalla trasformazione di Furr: 22-13. Al primo gioco del drive seguente, errore pesante di Atlanta: su un hand-off a Nas Johnson la palla finisce per terra e viene presa da Heather Furr a 9 yards dalla meta. Chicago perde qualche yards, ma arriva poi il quarto touchdown della partita della straordinaria Chrisdell Harris, con una corsa da 14 yards. Con la trasformazione di Furr si va sul 29-13. Atlanta gioca quindi un bel drive che culmina con un passaggio di Hughes in endzone per Jodie Nettles: Collins, tentando di contrastare l'avversaria, commette un fallo di pass interference che porta Atlanta a una sola yard dalla meta. Purtroppo per le Steam, arriva un altro errore: sullo snap c'è un fumble e la palla viene acchiappata da Alli Alberts. Chicago avanza un po' e poi lascia scadere il tempo.

Ovvia l'assegnazione del titolo di migliori giocatrice dell'incontro a Chrisdell Harris che festeggia in campo insieme a sua madre (l'incontro si è giocato il giorno della festa della mamma). Nell'immagine qui sotto, l'abbraccio della giocatrice con la madre che, per l'occasione, ha indossato una maglietta con il numero della divisa della figlia, il 13, e la scritta "Ferrari's Mom" (la mamma di "Ferrari", il soprannome dato a Harris per la sua velocità e classe).



Nessun commento:

Posta un commento