mercoledì 28 gennaio 2015

La giravolta di Eugenie

La tennista canadese Eugenie Bouchard, tra le migliori tenniste al mondo (è arrivata fino al 5° posto nel ranking, ora è settima) è stata protagonista di un simpatico siparietto all'Australian Open.

Un giornalista tv che la stava intervistando sul campo a fine partita le ha chiesto di fare una giravolta su se stessa. Eugenie, sorpresa dalla richiesta, l'ha comunque accolta (come mostra il video sotto) e il pubblico ha vivacemente espresso la sua approvazione.

L'episodio ha però suscitato anche delle polemiche: in molti hanno etichettato la richiesta di fare la giravolta come sessista, criticando il giornalista e asserendo che la tennista avrebbe dovuto rifiutarsi di compiere quel gesto. E' stato sottolineato che Eugenie Bouchard è apparsa evidentemente imbarazzata; questo, però, non significa per forza che la situazione fosse per lei negativa: una ragazza può provare un po' di imbarazzo anche di fronte a un complimento gradito e in effetti la tennista ha dichiarato: "è stato divertente".


Dunque sembra proprio che alla tennista non abbia dato fastidio fare il "twirl", mentre è probabile che sia stata infastidita piuttosto dai commenti sul sessismo dei suoi autoproclamati difensori. La discriminazione è un argomento serio e sarebbe meglio non banalizzarlo parlando di "sessismo" in casi in cui ha ben poco fondamento farlo.

Nessun commento:

Posta un commento