domenica 7 dicembre 2014

Giù i jeans per la pubblicità

La nuova campagna pubblicitaria per i jeans di Alexander Wang ha come protagonista la modella Anna Ewers.

In una foto Anna è seduta su una poltrona e indossa i jeans oggetto della pubblicità... ma calati fin sotto le ginocchia e sopra è nuda, anche se la posizione delle gambe nasconde un punto "hot" e una scritta con la marca è sovrapposta ai seni della modella.

L'altra immagine è un particolare in cui i jeans sono calati un po' sotto le cosce e una mano di Anna è poggiata sul pube, lo nasconde ma sembra anche forse suggerire che si stia masturbando.

Come prevedibile è stata sollevata qualche polemica sulle immagini. L'articolo dell'Huffington Post, per esempio, comincia subito con un attacco: "Quando mancano le idee, ecco la scorciatoia pubblicitaria: mostra una donna nuda, preferibilmente in una posa provocante e simil-pornografica, e il gioco è fatto". Si potrebbe però ribaltare la situazione notando che anche criticare le pubblicità con immagini di nudo è diventata una "scorciatoia" giornalistica: critica la pubblicità con la donna nuda e il gioco è fatto.



Una critica più fondata che si dovrebbe fare alla prima foto è che la scelta di posizionare la scritta sopra i seni della modella è un po' assurda: si fa una pubblicità "provocatoria" e poi si "censura" il seno?

Nessun commento:

Posta un commento