mercoledì 1 ottobre 2014

LFL: sfida tra campionesse: il girone Ovest è di Chicago

Nella finale dell'Ovest della LFL sono in campo le campionesse in carica contro le vincitrici dei tre anni precedenti. E' la sfida al più alto livello nella LFL. Le Bliss, però, si dimostrano troppo forti e sotterrano le rivali sotto una quantità di mete.

Los Angeles Temptation - Chicago Bliss 12-40

Nel primo drive di Los Angeles, Carmen Bourseau perde la palla su un pitch, ma riesce a riprenderla. Le Temptation perdono comunque poi il pallone per down. Le Bliss, invece, non fanno sconti e arrivano in meta con una corsa da qualche inch di Heather Furr. Lei stessa segna l'extra point: 0-8. La difesa di Chicago si fa sentire e la quarterback californiana Ashley Salerno prende due sack in un drive, prima da Yashi Rice e poi (nel frattempo è cominciato il secondo quarto) da Chantell Taylor. Los Angeles si ferma a 7 yards dalla meta.


Furr dà uno screen pass a ChrisDell Harris che si invola in meta (27 yards). Con l'extra-point di Furr si va sullo 0-15 a 49 secondi da metà partita. Sembra si metta ancora male per Los Angeles che arriva ad un quarto down con 15 yards partendo dalle sue 10, ma qui Salerno mostra la sua potenza di lancio e Jasmine Byndloss conferma di essere una delle receiver più affidabili della LFL: le due combinano per una straordinaria meta da 40 yards a 23 secondi dalla fine della prima metà di gioco: 6-15. Il tempo restante non basta a Chicago per segnare ancora.

Nel terzo quarto una bella corsa da 16 yards di Nneka Nwani, seguita dalla trasformazione di Furr, porta il risultato sul 6-22. Segna anche Los Angeles con un passaggio da touchdown di 7 yards di Salerno per Sherri Awagah: 12-22. Sin qui la rimonta sembra ancora possibile e avrebbe potuto avere una spinta se la palla persa sul pitch di Furr per Harris fosse finita alle Temptation, ma è Alli Alberts, delle Bliss, ad acchiapparla. L'ultimo quarto, però, è tutto per Chicago.

Harris corre per 37 yards in meta. Kim Perez ferma l'attacco californiano intercettando un passaggio di Salerno. Harris segna ancora (corsa da 5 yards, al termine di un drive che ha il suo gioco chiave in un lungo lancio di Furr per Jessica Price): 12-34. Los Angeles riesce a fermare l'extra-point, ma non è proprio giornata per le Temptation perché nel placcaggio Salerno rimedia un infortunio al braccio e non può tornare in campo come quarterback. La sostituisce Michelle Angel, ma con poca fortuna: un suo lancio è intercettato da Alberts. Un'altra spettacolare corsa di Harris (27 yards) (nell'immagine sotto) porta il punteggio al definitivo 12-40.


Le Bliss non tentano neppure di segnare l'extra-point: ricevuto lo snap, Furr ferma l'azione con un touchback. Los Angeles ne ha abbastanza e non tenta neppure di buttare qualche punto in più sul tabellone: anche Angel va in touchback.

Titolo di MVP dell'incontro (poteva essere diversamente?) alla straordinaria ChrisDell Harris che chiude con 16 corse per 128 yards (media di 8 yards a corsa) e ben 4 touchdown.

Nessun commento:

Posta un commento