martedì 28 ottobre 2014

Sesso orale in pubblico a Roma

I luoghi ricchi di storia e arte sembrano ispirare le coppiette di turisti.

Poche settimane fa, una coppia (americana, secondo le voci) aveva fatto sesso in una strada vicino a Piazza della Signoria a Firenze.

Ora è la volta di Castel Sant'Angelo a Roma. A poca distanza dallo storico edificio, una coppietta è scesa da una scaletta: lui era in piedi e lei seduta sugli scalini, piegandosi in avanti, arrivava con la bocca all'altezza giusta per praticare sesso orale.

Questa performance in pubblico (complimenti alla biondina per la disinvoltura) è stata documentata con foto che sono state poi pubblicate sul blog "Roma fa schifo", dove sono presentate come esempio del degrado della capitale. Non tutti coloro che commentano l'articolo sono, però, d'accordo con questa conclusione e diversi di loro dicono che non sono certo questi i problemi di Roma. In effetti, non sembra proprio il caso di farne un dramma.


domenica 26 ottobre 2014

Lili Boisvert: topless in strada senza problemi

Lili Boisvert, affascinante giornalista canadese, tiene per Radio-Canada l'interessante blog Originel, in cui parla di sessualità con serietà ed eleganze e insieme senza vacui moralismi.

Lo scorso maggio la bionda Lili ha scritto per il suo blog un articolo in cui nota che alcuni social network censurano le foto in cui è visibile il seno femminile, mentre ritengono lecite quelle di uomini con il petto scoperto, e che ciò non è comunque diverso da quanto accade anche in contesti pubblici: un uomo, dice la Boisvert, può girare per strada a torso nudo senza rischiare accuse di comportamento indecente. "Perché questo doppio standard?" si chiede, giustamente, la giornalista, ovviamente favorevole all'uguaglianza anche in questo campo.

Ma una donna a seno scoperto per strada susciterebbe, come credono i moralisti a buon mercato, tante reazioni di disapprovazione? O addirittura potrebbe scatenare un'aggressione? La bella Lili, da vera giornalista, ha deciso di fare una prova sul campo. E' andata nel centro di Montreal, si è tolta la maglietta restando a seno nudo e così, con addosso sole le scarpe e un paio di pantaloncini, ha camminato per le strade annotando le reazioni dei passanti.


Lili ha riassunto così l'esito del suo ottimo esperimento:

"Le cose che sono successe:
- Alcuni mi hanno sorriso
- Molti mi hanno ignorato
- Qualcuno si è girato quando sono passata
- Un uomo si è rivolto a me dicendomi "ehi, baby"
- Ho sentito ridere mentre passavo
- Due ragazze mi hanno chiesto la strada per andare in un negozio

Ed ecco la lista delle cose che non sono successe:
- Nessuno mi ha fatto un'aggressione sessuale
- Nessuno mi ha insultata
- Nessuno si è masturbato in pubblico vedendomi
- Nessuno mi ha minacciato
- Nessuno mi ha guardato con disprezzo, odio o disgusto"

Contrariamente a quanto pensano i moralisti, la gente dunque non si è mostrata affatto sconvolta. Molti sono stati indifferenti (o, aggiungo io, forse la timidezza o il non voler essere invadenti li ha fatti sembrare tali), mentre quando c'è stata una reazione, è stata di simpatia e/o divertimento, come era in fondo naturale che fosse. Non ci sono state (come ha sottolineato la Boisvert con la seconda lista) le reazioni negative che secondo i detrattori causerebbe la topfreedom (ovvero la libertà per le donne di stare a torso nudo senza differenze con gli uomini).


Insomma, la gente è più avanti del trito moralismo e la topfreedom sarebbe accolta senza problemi, salutata magari con un po' di sorpresa, un sorriso e magari una battuta.

Complimenti a Lili Boisvert per il simpatico e utile esperimento sociale: sarebbe bello che qualche giornalista italiana la imitasse per vedere se in Italia avremmo gli stessi risultati. Bravissima, Lili! Una very special girl!

sabato 25 ottobre 2014

Valentina Lodovini: una bella scollatura al festival di Roma

Valentina Lodovini ha trovato un modo molto gradevole, e senza dubbio efficace, di richiamare l'attenzione su un film in cui recita. Alla presentazione di "Tre tocchi" al festival di Roma, la bella attrice indossava infatti un elegante abito blu con una profonda scollatura che, nelle foto scattate di lato (e ovviamente i fotografi presenti non hanno mancato di farle), regalava uno scorcio davvero piacevole.

Brava Valentina!

mercoledì 22 ottobre 2014

Maria, uccisa dalla violenza contro cui lottava

Su Twitter, con il nome di "Felina", Maria del Rosario Fuentes Rubio denunciava gli atti di violenza commessi dalle organizzazioni criminali della sua terra, lo stato di Tamaulipas, in Messico.

Purtroppo qualche delinquente che non ha gradito questo attivismo sociale che metteva in luce le loro malefatte è riuscito a scovare la vera identità della donna e l'ha rapita e uccisa, usando poi il telefonino della vittima per caricare nel profilo di "Felina" la foto del corpo con i segni delle violenze inflitte accompagnandola con un messaggio intimidatorio per chi volesse, come aveva fatto lei, mettere il naso negli sporchi affari di questi malviventi.

Rendiamo un triste omaggio al coraggio di questa donna.

sabato 18 ottobre 2014

Follia in Pakistan: confermata la condanna a morte per Asia Bibi

Pochi giorni dopo aver avuto l'onore del premio Nobel alla sua cittadina Malala, il Pakistan vive un momento vergognoso a causa dell'Alta corte di Lahore che ha follemente confermato la condanna a morte per Asia Bibi, una donna cristiana accusata di blasfemia perché avrebbe detto frasi offensive contro Maometto, il che è stato negato dall'imputata.

La vera blasfemia sarebbe togliere la vita a una persona. Nessuna religione degna di questo nome dovrebbe accettare che qualcuno sia ucciso in suo nome, neppure se la blasfemia fosse appurata (mentre in questo caso le prove non vanno oltre il sentito dire).

Resta un grado di giudizio, quello della Corte suprema del Pakistan che speriamo mostri un po' di civiltà annullando la condanna e restituendo finalmente la libertà a una donna che ha patito anni di carcere per colpa del fanatismo.

venerdì 17 ottobre 2014

Il Nobel per la pace a Malala

L'impegno della giovanissima Malala Yousafzai a favore del diritto all'istruzione le è valso quest'anno il premio Nobel per la Pace del 2014 insieme all'attivista indiano Kailash Satyarthi, impegnato nella stessa lotta.

Il meritatissimo riconoscimento è stato attribuito il 10 ottobre, quindi quasi due anni precisi dopo il 9 ottobre 2012, data in cui Malala, allora quindicenne, aveva subito un attentato da uomini armati (se possiamo chiamare "uomini" dei vigliacchi che sparano a una ragazzina indifesa). Questo vergognoso gesto era stato rivendicato dai talebani pakistani che non gradivano il suo impegno a favore dell'istruzione. D'altra parte gente che vive sull'ignoranza non può che temere chi sostiene l'istruzione. E non c'è dubbio che Malala, con la sua pacifica e benefica lotta, si sia dimostrata molto più forte di chi la avversa.

Malala, sopravvissuta all'attentato (le sono stati tolti i proiettili con un'operazione chirurgica), è diventata ancor più un simbolo del diritto all'istruzione. Il premio assegnatole ne fa la più giovane vincitrice di un Nobel di sempre. Una super very special girl!!

domenica 12 ottobre 2014

Vanessa Marin, la psicoterapeuta che prescrive la masturbazione

Vanessa Marin è una psicoterapeuta americana specializzata in questioni riguardanti il sesso e i rapporti di coppia.

In un articolo per Bustle, Vanessa (che, come si vede nelle immagini, tratte dal suo sito, è davvero molto carina) ha parlato della masturbazione femminile, dicendo che la consiglia (nel testo dice anzi che la "prescrive", sia pur mettendo il verbo tra virgolette) alla maggior parte delle sue clienti.

Convinta che sia ottima cosa praticarla, Vanessa dà dei suggerimenti sulla masturbazione.

Un primo passo è "esaminare i propri sentimenti". Infatti c'è un certo stigma sociale sull'argomento e Vanessa nota che, quando consiglia l'esplorazione del proprio corpo, molte donne trovano un ostacolo provando vergogna o addirittura sensi di colpa. Secondo la psicoterapeuta, sono condizionamenti di cui è bene liberarsi e, quando si senta proprio un blocco mentale, si può pensare di frasi aiutare da un terapista per riuscire a superarlo in modo da riuscire finalmente a praticare un'attività salutare e benefica.

Quindi bisogna imparare i fondamentali e fare molta pratica. La terapista rassicura chi avesse difficoltà a raggiungere l'orgasmo: con la pratica si capirà quali sono le modalità di masturbazione più congeniali e l'orgasmo arriverà. Nell'articolo, una lettura certamente interessante e utile per le donne, la Marin dà anche delle indicazioni dettagliate di quello che si può fare.

"Quante volte?", è la classica domanda al dottore. Vanessa, da seria professionista, non dimentica la posologia e consiglia alle sue pazienti di masturbarsi almeno due volte alla settimana per 20-30 minuti a volta.



venerdì 10 ottobre 2014

Keira Knightley, bellissima in topless per Interview

In un servizio fotografico per la rivista Interview, la bellissima Keira Knightley è stata ritratta con abiti eleganti. In uno scatto, però, ha lasciato il seno scoperto.

Il risultato è splendido e ci ricorda che quando si veste una Keira Knightley nulla di ciò che può essere indossato, per quanto artisticamente ispirato sia stato lo stilista che l'ha disegnato, potrà mai competere con ciò che sta sotto quel che viene indossato.

martedì 7 ottobre 2014

La brutta fissa del ministro: ancora contro i matrimoni gay

E ci risiamo! Dopo le brutte parole di inizio anno, quando aveva messo nello stesso mucchio legalizzazione delle droghe e matrimoni tra persone dello stesso sesso, Angelino Alfano è tornato sull'argomento inviando una circolare ai prefetti nella quale chiede che facciano cancellare le trascrizioni nei registri italiani di matrimoni tra persone dello stesso sesso celebrati all'estero.

Per fortuna, c'è chi ha più senso civico (e buon senso) del ministro. Il sindaco di Bologna ha ribattuto: "Se vogliono annullare gli atti delle trascrizioni dei matrimoni contratti all'estero lo facciano. Io non ritiro la mia firma. Lo facciano dunque ma non nel nome di Bologna, che come sindaco rappresento. Io non obbedisco". Dal Comune di Napoli si replica al ministro che la sua circolare è "contraria al principio costituzionale dell'uguaglianza dei diritti". Speriamo che molti altri si facciano sentire (e che il ministro Alfano capisca una buona volta che il matrimonio dovrebbe rispondere all'amore e non alle sue idiosincrasie).

Nella foto di apertura, un bel bacio che il sito del Corriere mostra oggi per presentare la notizia in homepage.

domenica 5 ottobre 2014

Sesso in pubblico a Firenze

Chissà, forse farlo in un luogo così ricco di storia come la Piazza della Signoria a Firenze è stato per loro un pensiero troppo emozionante per poter resistere alla tentazione.

Quali che siano stati i loro pensieri in quell'alba fiorentina, due turisti americani, secondo quanto racconta Firenze Today in base alla testimonianza e alla foto di un lettore, una coppia, lui seduto su un rialzo davanti alla vetrina di un negozio e lei seduta su di lui, ha fatto sesso in pubblico.

Non è la prima volta che episodi di sesso in pubblico a Firenze finiscono nella cronaca. A luglio in via Montebello, a poca distanza dalla piazza Ognissanti, era stata vista e fotografata una ragazza che si era già tolta la gonna e stava dedicandosi, con le mani e la bocca, a dare un piacevole trattamento ad un ragazzo che era con lei. Pare che ad aiutare a lasciarsi andare sia stato anche un po' di alcool. A persone che si arrabbiavano ritenendo indecente la situazione e a curiosi che osservavano e riprendevano la scena, il fortunato ragazzo ha risposto in modo divertente alzando il pollice per esprimere il suo apprezzamento per la prestazione della ragazza. Qui sotto un paio di immagini (da La Nazione), purtroppo sgranate e censurate (se ne trovate di migliori, fatecelo sapere!)


venerdì 3 ottobre 2014

La classifica del blog (settembre 2014)

Nel mese di settembre 11828 visite al blog. Siamo ora a 291.426.

Dopo essere stata tanti mesi tra il secondo e il terzo posto, finalmente vince meritatamente una classifica mensile Kelly Brook con il suo bellissimo topless sfoggiato in Messico. 691 visite al post che le rende omaggio. Complimenti alla vincitrice!

Dietro di lei, i nudi integrali delle bellissime Elena Anaya e Val Midwest.

Sempre presenti nella top ten le bravissime e bellissime giocatrici della Legends Football League che si sono prese quarto, nono e decimo posto della classifica mensile.


Anche nella classifica all-time si fa notare la splendida Kelly Brooks che scala un'altra posizione raggiungendo il quarto posto.


Nella classifica mensile delle ricerche per parola, grande successo per le nostre ministre! Primissima è Maria Elena Boschi (27 ricerche), seconda Stefania Giannini (7) e un poco più in giù ci sono anche Roberta Pinotti (5) e Federica Mogherini (4). Tutte queste ricerche aggiungono al nome della ministra le parole "nuda" o "topless": quale che sia il parere politico, è certo comunque che le nostre ministre sono molto apprezzate esteticamente! Congratulazioni!

Anche all'estero ci sono politiche che si fanno ammirare, come Marina Weisband, del Partito dei pirati tedesco che ha il terzo posto mensile (6). Altre tedesche che piacciono a chi legge il nostro blog sono Carina Wanzung, protagonista di un topless da applausi quest'estate (6 ricerche che infatti aggiungono al suo nome la parola "topless") e Mandy Balzke di cui avevamo parlato nel 2009 quando si era lanciata nuda col paracadute (4 ricerche con l'aggettivo "nude"). Complimenti anche alle tedesche!

Nella classifica all-time delle ricerche per parola, sempre primissime le attiviste di Femen (3233) seguite, ben staccate, da Sabrina Salerno (500), le giocatrici della LFL (492), Elizabeth Hawkenson (472), Nicole Minetti (444), Linda Reinvalde (402), Mikayla Wingle (253), Nunzia De Girolamo (214).

Tra i post degli ultimi tre mesi, il più letto (120 visite) è stato quello su alcuni recenti episodi di coppie che hanno fatto sesso in pubblico (qui a fianco un'immagine di una di queste coppie impegnate nella loro gradevole attività sul bordo di una fontana in Russia). Al secondo posto il bel topless di Natalia Sanchez (76) e al terzo uno dei post sulla LFL: scarpe perse, slip tirati giù e tante mete tra Toledo e Baltimore (75).

giovedì 2 ottobre 2014

LFL: le Chicago Bliss campionesse 2014

Nella Legends Cup, la finale della LFL, il campionato più sexy del mondo, le Chicago Bliss fanno il bis, confermando il successo dello scorso anno. Le Atlanta Steam stavolta non riescono a sconfiggere i pronostici, perdendo comunque con onore contro le favorite avversarie: alla fine il divario è di soli sei punti, 24-18.

Miglior giocatrice della finale è eletta Chrisdell Harris, una vera stella della LFL, che chiude l'incontro con 15 yards per 167 yards, con la straordinaria media di 10,8 yards per corsa, e tre touchdown.

Chicago Bliss - Atlanta Steam 24-18


Il kickoff della finale è calciato da Jessica Price (nell'immagine qui sopra la bionda Jessica si appresta a calciare il pallone). Nel primo drive, Atlanta perde palla per downs. La riprende presto, però: al secondo gioco, Coco Montgomery, bella e brava, intercetta un passaggio di Heather Furr anticipando Alli Alberts sulle 10 yards di Atlanta e riporta la palla fino a 3 yards dalla meta. La situazione è favorevole per Atlanta, ma Yashi Rice mette a segno due tackle for loss e Dominique Collins fa cadere a terra un passaggio diretto a Jodie Nettles. La stessa Collins commette però poi una pass interference che riporta Atlanta vicino alla linea di meta: mancano due yards. La difesa di Chicago, però, dà ancora prova di gran valore bloccando le Steam sulla corsa (notevole un tackle for loss di Chantell Taylor). La quarterback di Atlanta, Dakota Hughes, prova allora un passaggio che viene però quasi intercettato da Nneka Nwani. Palla quindi a Chicago. Le Bliss pasticciano un po', con un fumble su un pitch di Furr a Chrisdell Harris, ma Furr riesce ad acchiappare il pallone prima delle avversarie. Il drive prosegue e, dopo che si è entrati nel secondo quarto, Harris segna con una corsa da 5 yards (nell'immagine qui sotto) e realizza anche la trasformazione: 8-0.


Nel successivo drive di Atlanta, la difesa di Chicago mette a segno un paio di colpi, con Rice stoppa un lancio di Hughes e la stessa Rice e Collins che fanno un sack sulla quarterback avversaria, ma alla fine le Steam segnano, con una corsa da 1 yard di Nas Johnson a 6 secondi dalla fine. Per Chicago c'è solo tempo per uno shovel pass a Harris che viene fermata senza che possa arrivare in touchdown. La prima metà si conclude sull'8-6.

Nel terzo quarto c'è ancora un fumble su un pitch di Furr e Harris e stavolta è Atlanta, con Holly Oakes (nell'immagine qui sotto), a recuperare il pallone, anche se nel drive seguente Atlanta viene fermata a 2 yards dalla meta. Non sbaglia invece Chicago che conclude il drive con una corsa da 23 yards in touchdown di Harris. La trasformazione di Furr porta il punteggio sul 16-6 (invero, la trasformazione ci era sembrata da un punto, ma le Bliss ne ricevono due).


Nell'ultimo quarto, le Steam si trovano nella non facile situazione di un 4th and goal a 15 yards dalla endzone: Hughes e Montgomery però combinano per una meta e accorciano le distanze: 16-12. Mancano quattro minuti alla fine e Atlanta cerca di rientrare subito in possesso del pallone con un onside kick, ma le Bliss non si lasciano sfuggire la palla. Harris va ancora in meta (corsa da 3 yards) e con la trasformazione di Furr (che, anche in questo caso, ci è parsa da un punto, mentre ne riceve due) si va sul 24-12. Palla ad Atlanta. Collins fa un sack su Hughes. Le Atlanta vanno comunque in meta con Hughes che lancia a Nettles (meta da 12 yards): 24-18. Mancano però meno di un minuto. Atlanta tenta di nuovo un onside kick, ma Furr blocca la palla e la tiene per Chicago. Dopo una corsa di Harris, Furr va in touchback per lasciare scadere il tempo.

Congratulazioni alle ragazze di Chicago! E complimenti a tutte le giocatrici di questo straordinario campionato: hanno dimostrato che, oltre a essere belle e sexy, sono anche validissime atlete! Delle very special girls!

mercoledì 1 ottobre 2014

LFL: sfida tra campionesse: il girone Ovest è di Chicago

Nella finale dell'Ovest della LFL sono in campo le campionesse in carica contro le vincitrici dei tre anni precedenti. E' la sfida al più alto livello nella LFL. Le Bliss, però, si dimostrano troppo forti e sotterrano le rivali sotto una quantità di mete.

Los Angeles Temptation - Chicago Bliss 12-40

Nel primo drive di Los Angeles, Carmen Bourseau perde la palla su un pitch, ma riesce a riprenderla. Le Temptation perdono comunque poi il pallone per down. Le Bliss, invece, non fanno sconti e arrivano in meta con una corsa da qualche inch di Heather Furr. Lei stessa segna l'extra point: 0-8. La difesa di Chicago si fa sentire e la quarterback californiana Ashley Salerno prende due sack in un drive, prima da Yashi Rice e poi (nel frattempo è cominciato il secondo quarto) da Chantell Taylor. Los Angeles si ferma a 7 yards dalla meta.


Furr dà uno screen pass a ChrisDell Harris che si invola in meta (27 yards). Con l'extra-point di Furr si va sullo 0-15 a 49 secondi da metà partita. Sembra si metta ancora male per Los Angeles che arriva ad un quarto down con 15 yards partendo dalle sue 10, ma qui Salerno mostra la sua potenza di lancio e Jasmine Byndloss conferma di essere una delle receiver più affidabili della LFL: le due combinano per una straordinaria meta da 40 yards a 23 secondi dalla fine della prima metà di gioco: 6-15. Il tempo restante non basta a Chicago per segnare ancora.

Nel terzo quarto una bella corsa da 16 yards di Nneka Nwani, seguita dalla trasformazione di Furr, porta il risultato sul 6-22. Segna anche Los Angeles con un passaggio da touchdown di 7 yards di Salerno per Sherri Awagah: 12-22. Sin qui la rimonta sembra ancora possibile e avrebbe potuto avere una spinta se la palla persa sul pitch di Furr per Harris fosse finita alle Temptation, ma è Alli Alberts, delle Bliss, ad acchiapparla. L'ultimo quarto, però, è tutto per Chicago.

Harris corre per 37 yards in meta. Kim Perez ferma l'attacco californiano intercettando un passaggio di Salerno. Harris segna ancora (corsa da 5 yards, al termine di un drive che ha il suo gioco chiave in un lungo lancio di Furr per Jessica Price): 12-34. Los Angeles riesce a fermare l'extra-point, ma non è proprio giornata per le Temptation perché nel placcaggio Salerno rimedia un infortunio al braccio e non può tornare in campo come quarterback. La sostituisce Michelle Angel, ma con poca fortuna: un suo lancio è intercettato da Alberts. Un'altra spettacolare corsa di Harris (27 yards) (nell'immagine sotto) porta il punteggio al definitivo 12-40.


Le Bliss non tentano neppure di segnare l'extra-point: ricevuto lo snap, Furr ferma l'azione con un touchback. Los Angeles ne ha abbastanza e non tenta neppure di buttare qualche punto in più sul tabellone: anche Angel va in touchback.

Titolo di MVP dell'incontro (poteva essere diversamente?) alla straordinaria ChrisDell Harris che chiude con 16 corse per 128 yards (media di 8 yards a corsa) e ben 4 touchdown.