venerdì 29 agosto 2014

LFL: vittoria per le bellissime di Omaha

Chi pensa che le giocatrici della LFL siano solo belle bamboline che sono in campo solo per far vedere i loro bei corpi, sbaglia di grosso

Le ragazze sono sì bellissime e le succinte uniformi della LFL sono fatte apposta per fare ammirare le loro splendide forme, ma abbiamo a che fare con vere atlete e, altro che bamboline!, queste ragazze sono delle dure. Come Savanna Dickey, di Baltimore, che non si spaventa certo per il colpo al labbro che le fa schizzare un po' di sangue anche sulla visiera nella partita contro Omaha, la sedicesima del campionato.

Omaha Heart - Baltimore Charm 19-12

Una corsa da una ventina di yards di Kim Jack, di Baltimore, apre le segnature: 0-6. Fino alla metà del tempo gli attacchi non sono molto produttivi. Omaha perde la palla per downs e lo stesso fa nel drive successivo Baltimore. Le Heart rischiano di perdere palla con un fumble sullo snap (ma per loro fortuna la palla è ripresa da una loro giocatrice, Jenna Holt) e poi la perdono davvero quando Angela Orsini intercetta un lancio della bellissima, ma in questa partita non molto ispirata sui passaggi, Linsey Noble. Si conclude però allo stesso modo il drive successivo di Baltimore: Ashley Lambrecht intercetta un passaggio di Morgan Spencer. Restano sei secondi e Noble tenta un lancio ma tanto per cambiare arriva un altro intercetto, stavolta messo a segno da Savanna Dickey.

I numeri rendono l'idea di come il gioco aereo delle due squadre sia stato piatto nella prima metà della partita. Per Noble 0 completati su 7 tentativi, ovviamente 0 yards e 0 touchdown, 2 intercetti. Per Spencer un po', ma neppure molto, meglio: 4 su 8, 28 yards, 0 touchdown e 1 intercetto.

Nella seconda metà gli attacchi combinano qualcosa di più. Omaha, invero, comincia male perdendo la palla per down sulle sue 3 yards: le Charm hanno quindi un'occasione facile e stavolta non la sciupano: una corsa da 1 yard di Spencer si conclude in meta: 0-12. Al gioco successivo, però, parte la rimonta delle Heart. Infatti proprio al primo gioco dopo il touchdown subito la bellissima Morgan Anderson corre per 35 yards fino in meta (immagine qui sotto): 6-12.



Nel drive successivo delle Charm, un'altra bellissima delle Heart, Danielle Hawkins (le Heart hanno un tasso di bellezza elevatissimo anche per gli standard già elevati della LFL), va a fare un sack su Spencer portando Baltimore a un difficile quarto down con 18 yards da coprire. Le Charm perdono quindi la palla per down (intanto è cominciato l'ultimo quarto) e le Heart pareggiano con una corsa di 7 yards in meta di Noble (nell'immagine sotto la vediamo in un huddle, con il n.4; a fianco, con il 5, Morgan Anderson), in questo incontro certamente più efficace nel correre che nel passare. Si va quindi in parità: 12-12.



Shante' Bunting fa un importantissimo intercetto di un lancio di Spencer, ridando la palla a Omaha che completa la rimonta con un touchdown su corsa di 2 yards di Theresa Petruziello che, con la trasformazione di Lambrecht, mette il risultato sul definitivo 19-12. Nel drive finale, le Charm arrivano fino a 1 yard dalla meta, ma uno snap alto le fa retrocedere fino alle 15 e la partita termina poi senza che riescano a segnare.

Concludiamo con un'immagine di un'altra bellissima delle Heart: Lindsey Burse:



Nessun commento:

Posta un commento