sabato 28 giugno 2014

LFL: grandi partite e gli slip tirati giù a Kiara

Prosegue il campionato 2014 della LFL USA con azioni spettacolari messe in atto da giocatrici con corpi altrettanto spettacolari. In un precedente articolo abbiamo presentato le prime tre partite del torneo. Andiamo avanti con altri tre incontri.

Seattle Mist - Green Bay Chill 38-24

Seattle comincia subito con una grande azione: Jessica Hopkins riporta ottimamente il calcio d'inizio. Il drive si conclude con una corsa da una yard in touchdown di Lashaunda Fowler. L'attacco di Green Bay non riesce a segnare e la palla passa ancora a Seattle, ma a mezzo minuto dalla fine del primo quarto Kara Alexander intercetta un passaggio della bella Angela Rypien, tornata a Seattle dopo un anno con le Baltimore Charm (nell'immagine qui sotto Angela, con il numero 11, appoggia le amni sul bel lato b di Stormy Keffeler, n.13, all'inizio di un'azione).


Stavolta le Chill vanno a segno, all'inizio del secondo quarto, con una corsa da una yard della quarterback Jessica Peyton, pareggiando (6-6). Ancora Kara Alexander protagonista per Green Bay: un suo placcaggio fa perdere la palla a Hopkins, ma per fortuna delle Mist Megan Hanson riesce ad acchiappare il pallone e a tenerlo così per Seattle che finirà per segnare con una corsa da 5 yards di Rypien (12-6). Grande finale di secondo quarto per la difesa di Seattle. Deanna Shaper-Kotter e Megan Hanson vanno a fare un sack su Peyton portando le Chill a un difficile quarto down con 18 yards da conquistare. Peyton cerca il passaggio ma Hopkins lo intercetta e lo porta direttamente in meta per 10 yards a 1'20 da metà partita (18-6). Riparte Green Bay, ma subito al primo gioco la difesa mette a segno un altro sack su Peyton, stavolta ad opera di Stevi Schnoor (già stella del campionato canadese con le BC Angels; è nell'immagine qui sotto, con il n.2), e al gioco successivo, su un secondo tentativo con 20 yards, ancora la straordinaria Jessica Hopkins afferra con una sola mano il pallone lanciato da Peyton, riesce a non farlo cadere e se lo porta, dopo aver percorso 10 yards, fino in touchdown a 35 secondi da metà tempo (24-6). Non c'è pace per la povera Peyton che viene ancora stesa al suolo da Shaper-Kotter (nell'immagine qui sotto con il n.20) e con questo sack si conlude la prima metà di gioco.


Nel terzo quarto Green Bay tenta la rimonta. Una bella corsa da 17 yards di Peyton porta il punteggio sul 24-12. Nel drive seguente, Seattle stavolta non riesce a segnare. Palla alle Chill e Peyton confeziona con la receiver australiana Anna Heasman una spettacolare meta da 30 yards: 24-18. Le Mist, però, ribattono con un passaggio di Mary Anne Hanson, altra giocatrice delle BC Angels in forza quest'anno a Seattle, per Fowler: gioco da 17 yards e meta del 30-18.

Nell'ultimo quarto, di nuovo in grande evidenza la coppia Peyton - Heasman che mettono insieme una meta da 23 yards (30-24) con cui le Chill si riportano a una sola meta di distanza. Le Mist, però, non cedono il passo. Lancio di Mary Anne Hanson a Fowler che, bloccata dalle avversarie, passa il pallone a Shaper-Kotter che lo porta per 10 yards fino in meta. Con la conversione (passaggio di Hanson a Schnoor) si va sul 38-24. Nel finale le Chill rischiano un safety e cedono il pallone a 9 yards dalla loro linea di meta. La difesa di Green Bay riesce a bloccare l'attacco di Seattle, ma manca solo un minuto che scade senza ulteriori segnature.

Chicago Bliss - Los Angeles Temptation 25-21

Le campionesse in carica contro le vincitrici dei tre tornei precedenti. La difesa di Los Angeles si mostra combattiva. Michelle Angel quasi intercetta un lancio della quarterback di Chicago Heather Furr. Su un terzo & 18, le Temptation vanno ancora a mettere sotto pressione Furr ma la giocatrice delle Bliss tira fuori uno shovel pass per Chrisdell Harris (nell'immagine sotto, che valorizza lo splendido lato b): gioco da 21 yards e prima meta. Con la conversione, una corsa di Furr, Chicago va sul 7-0. Anche la difesa delle Bliss non scherza e Chantell Taylor fa un sack sulla quarterback avversaria Ashley Salerno che, però, al gioco seguente corre per 6 yards in meta. La conversione della bellissima Carmen Bourseau porta il punteggio in parità: 7-7.


Botta e risposta nel secondo quarto. Comincia Harris con una corsa di 18 yards in touchdown (13-7). Grande spettacolo per la segnatura di Los Angeles: Salerno lancia lungo per Kiara Patterson; la receiver sfugge al tentativo di bloccarla di Lindsey Mikulecky, che riesce solo ad afferrarle e tirarle giù gli slip (vedi l'immagine di apertura e quella qui sotto), anche se purtroppo tornano a posto da soli e, quando varca la linea di meta, l'avvenente receiver di colore non è più scoperta. La conversione, un passaggio di Salerno alla veterana Monique Gaxiola, sempre brava e bella, dà alle Temptation il vantaggio di un punto: 13-14.


Qui sotto la foto ufficiale della LFL della bellissima Kiara:


Replicano le Bliss con una meta di Alli Alberts che corre in meta dopo un reverse (19-14). Salerno e Patterson combinano ancora per un gran touchdown (giocata da 28 yards) e con la trasformazione di Bourseau Los Angeles va sopra di due: 19-21. Nel terzo quarto, messa sotto presssione da Yahshi Rice, Salerno, sin lì impeccabile, si fa intercettare un passaggio da Kim Perez. Palla a Chicago che va in meta con Nneka Nwami su shovel pass di Furr, ma la segnatura viene annullata per un holding. Le Bliss però finiscono comunque per segnare, all'inizio dell'ultimo quarto, con una passaggio da 1 yard di Furr ad Alberts (25-21). Los Angeles ha cinque minuti per segnare e vincere. Decisiva è, però, ancora Perez che su un quarto e uno, ferma la corsa di Patterson. Palla a Chicago che, con un minuto scarso alla fine della partita, non deve fare altro che lasciare passare il tempo.

Las Vegas Sin - Green Bay Chill 34-24

Apre le marcature Las Vegas con una corsa in touchdown di Kia Ramos (che vediamo nell'immagine qui sotto vicina a un nip slip ;) ) e la successiva trasformazione della giovane, e carina, quarterback Sindy Cummings.


Al primo gioco di Green Bay, Jessica Peyton vuole cominciare con un passaggio-bomba ma lancia in una zona dove non ci sono sue compagne mentre, purtroppo per lei, c'è Tricia Warashina che intercetta il suo passaggio. Le Sin quindi raddoppiano con un passaggio da 6 yards di Cummings per Cynthia Schmidt che festeggia la meta del 13-0, come si vede nell'immagine sotto, andando a sedersi in braccio un tifoso che le poggia una mano su una gamba (è possibile che fosse una persona da lei conosciuta, fidanzato o parente, anche se va ricordato che è capitato diverse volte che qualche giocatrice della LFL, con simpaticissima disponibilità verso i suoi tifosi, si lanciasse tra le loro braccia lasciando che "toccassero con mano" il suo splendido corpo).


Alla fine del primo quarto vanno a segno anche le Chill: meta di Peyton con una corsa da 2 yards. Nel secondo quarto, con un touchdown di Amber Mane le Chill arrivano a un punto dalle Sin: 13-12. Nel terzo quarto Cummings combina per 21 yards con Danika Brace e poi la stessa Cummings segna la trasformazione: 20-12. Nell'ultimo quarto Green Bay si riporta sotto: Kara Alexander, anche grazie alla spinta da dietro da alcune compagne, varca la linea di meta: una corsa di 6 yards che porta il risultato sul 20-18 (nelle immagini sotto, la mischia che porta a questo touchdown e due momenti con Kara dopo la meta: il primo mette in luce il bel lato B e nel secondo la Alexander, toltasi il casco, mostra un sex appeal selvaggio).




Cummings confeziona con Schmidt un'altra meta (passaggio di 4 yards) e una trasformazione (27-18). Peyton risponde con un lancio per Stephanie Ponzer: 17 yards per una meta che porta il risultato a 27-24. Una meta su corsa di Cummings con la conseguente trasformazione della bella quarterback delle Sin chiude la partita: 34-24.

Nessun commento:

Posta un commento