sabato 21 settembre 2013

LFL: le giocatrici di Seattle tra le braccia dei tifosi

Durante la partita contro le Minnesota Valkyrie (di cui vi ho già parlato per le amichevoli sculacciate ricevute da due giocatrici), alcune giocatrici delle Seattle Mist sono saltate tra il pubblico per festeggiare. La prima a compiere questo gesto molto carino è stata Jessica Hopkins che, alla fine del terzo quarto, dopo aver acchiappato il pallone lanciato da Laurel Creel per la trasformazione che portava il punteggio sul 38-0 è salita sulla barriera che delimita il campo. Nell’immagine non si vede molto ma sono certa che i tifosi lì vicino non avranno perso l’occasione di poter mettere una mano sul corpo della bella giocatrice.

Lo stesso ha fatto Shuree Hyatt dopo aver ricevuto un passaggio in area da meta da Laurel per un touchdown che è stato però annullato per una penalità.



In mezzo a questi due salti sulla barriera ce n’era stato un terzo, autrice Riki Creger-Zier che aveva intercettato un lungo lancio della quarterback avversaria Kari Janes ridando così la palla alla sua squadra. La bionda Riki ha festeggiato come le due compagne ricordate sopra e due tifosi hanno avuto la fortuna di poter toccare il suo bel corpo. Uno le ha appoggiato una mano sulla pancia, mentre l’altro ha dato un tocco più ardito mettendo una mano sul seno della giocatrice.



Dato che era dietro di lei, al primo tocco si poteva pensare che la mano fosse finita lì per caso, ma dato che il tifoso ha “insistito”, sembra proprio che mirasse a tale destinazione.

Una giocatrice che salta così tra il pubblico, ovviamente sa che qualche mano si appoggerà sul suo corpo. Dunque, se non volesse essere toccata non lo farebbe e viceversa se lo fa è perché le fa piacere dare a qualche tifoso l’opportunità di “toccare con mano”, in senso letterale, la sua bellezza. Quindi i tifosi fanno benissimo a toccare le atlete che regalano loro in modo così carino questa opportunità. Anzi, sarebbe certamente un po’ avvilente per una giocatrice se la sua disponibilità non suscitasse entusiasmo ma indifferenza… ma fortunatamente, con queste bellissime ragazze, non c’è proprio pericolo che ciò accada!



Se però toccare le giocatrici che si mostrano disponibili è un’occasione da non perdere e pure un doveroso omaggio alla loro bellezza, si può chiedersi dove è lecito toccare. Sicuramente le giocatrici non hanno nessun problema se la mano si posa su un braccio, ma anche sulla schiena, sulla pancia, sulle gambe. Se a farlo è una tifosa, ci può stare certamente anche una mano sul sedere (vedi i casi di Theresa Petruziello e Christina Kelly): tra ragazze si può presupporre una certa confidenza. Nel caso visto qui sopra del tifoso che ha toccato il seno di Riki Creger-Zier, ci può essere però qualche dubbio che abbia un po’ esagerato, anche se queste ragazze sono davvero straordinarie e quindi può anche essere che per la giocatrice di Seattle non sia stato affatto un problema.

Nessun commento:

Posta un commento