venerdì 30 agosto 2013

Lori Welbourne, la conduttrice pro topless

Il 25 agosto è stato proclamato "Go topless day" internazionale. Lo scopo della giornata è rivendicare il diritto delle donne di stare in topless in pubblico e facendo notare la discriminazione esistente laddove gli uomini possono stare a petto nudo e le donne no.

La conduttrice del programma "On the rocks" Lori Welbourne è andata a chiedere al sindaco della sua città, Kelowna, in Canada, se una donna poteva girare in città in topless. Il sindaco Walter Gray le ha risposto che è possibile che qualcuno segnali la cosa alla polizia pensando che sia vietato, ma in realtà non esiste alcuna norma che lo vieti e quindi sarebbe libera di farlo.

Dopo aver posto la domanda, la brava Lori ha passato il microfono al sindaco per la risposta e, per stare in tono con il quesito posto, ha abbassato il vestito scoprendo il seno. Purtroppo nel video che mostra l'intervista il seno (lo potete vedere in fondo al post) della conduttrice è stato "censurato". Peccato: la bella rivendicazione sarebbe stata ancora più efficace!


La Welbourne ha commentato: "Era proprio la risposta che speravo. Non perchè abbia voglia o intenzione di scoprire il seno in pubblico. Non le ho. Ma mi fa piacere che avrei potuto farlo legalmente se avessi voluto. In alcuni paesi le donne sarebbero lapidate a morte per questo "crimine". Sono eternamente grata di vivere qui e non là. Sono anche estremamente orgogliosa dei continui sforzi che uomini e donne fanno verso l'uguaglianza tra i generi".

Topless e traffico

Dalla Russia giunge la notizia che a Nizhny Novgorod, città con alto tasso di incidenti automobilistici, si starebbe tentando un metodo inconsueto per far sì che gli automobilisti si accorgano dei cartelli con i limiti di velocità: sono delle belle ragazze in topless a mostrare i cartelli!

Sarà proprio così? Possiamo ricordare che già nel 2006 era girata un’uguale notizia, riferita alla Danimarca. In realtà la notizia era vera a metà. Il video con le “speedbandits”, come erano state soprannominate le ragazze, capitanate da Heidi Svendsen (a sinistra qui sotto; a destra una collega) non era un vero telegiornale, ma una pubblicità progresso di un ente per la sicurezza sulle strade.


Nel numero di maggio del 2008, anche “Focus” aveva scritto delle ragazze in topless che mostravano i cartelli agli automobilisti, così che avevo pensato di scrivere loro una lettera e, con simpatica cortesia, la redazione della rivista aveva pubblicato la mia lettera nel numero di luglio.


Delle belle ragazze in topless sono sempre uno spettacolo gradevole da vedere. Però, come dicevo nella mia lettera a Focus, temo che se si mettesse in atto l'idea l'inevitabile distrazione degli automobilisti per contemplare il bel seno delle ragazze finirebbe per far aumentare piuttosto che diminuire gli incidenti. A questo proposito ricordavo nella lettera che nel 2003 c'era stato un certo numero di incidenti causati da guidatori distratti dai manifesti pubblicitari della rivista Elle che mostrava una foto di nudo della bellissima attrice Emmanuelle Béart. Qui sotto potete ammirare quella splendida foto.


sabato 17 agosto 2013

LFL: lato B in evidenza per Dina e Marirose

La tredicesima partita del campionato della LFL di quest’anno vede di fronte Philadelphia Passion e Jacksonville Breeze. Sono le Passion a vincere per due soli punti di scarto, 21-19.

Nella foto qui di lato, si può ammirare la bella giocatrice di Jacksonville Dina Wojowski. Il bordo degli slip è salito un pò durante una fase di gioco, soprattutto a sinistra permettendoci di vedere qualcosa di più del gradevolissimo lato B dell'atleta. Congratulazioni a Dina!

L'inizio della partita era stata favorevole a Jacksonville che aveva chiuso il primo quarto in vantaggio per 13-0. Nel secondo quarto è arrivata la prima segnatura di Philadelphia con un passaggio di Christy Bell a Marirose Roach ed è la stessa Roach che segna la trasformazione da un punto. Durante quest’ultima azione Marirose rimane anche col sedere scoperto: è Lauran Ziegler a causare questa wardrobe malfunction afferrandole gli slip. Purtroppo nell’immagine si vede poco.


Tra le altre giocatrici, merita di essere ricordata Lindsay Nadolny, che è andata simpaticamente a farsi abbracciare dai tifosi.


E chiudiamo tornando al lato B di Dina Wojowski, messo in risalto nelle foto qui sotto:




venerdì 16 agosto 2013

LFL: Theresa tra le braccia dei fan e la wardrobe malfunction di Shannon

Le Cleveland Crush vincono la prima partita della loro storia (nello scorso campionato, il loro primo, persero tutte le partite) battendo le Omaha Heart per 12-0 nella dodicesima partita di questo campionato della LFL.

Protagonista della partita è l’italo-americana Theresa Petruziello, eletta miglior giocatrice dell’incontro, autrice di una delle due mete (ricevendo un passaggio di Tia Knipper) e di importanti azioni in difesa. Oltre che ottima giocatrice, Theresa si mostra anche squisitamente disponibile con i suoi tifosi e in più occasioni si è buttata tra le braccia dei fan che sicuramente avranno apprezzato moltissimo l’opportunità di abbracciare la loro beniamina e di poter toccare il corpo di una ragazza così bella.

Nella foto di apertura, la bellissima giocatrice raccoglie l’abbraccio dei fan dopo aver segnato il touchdown che fissa il risultato sul 12-0.

Quando è stato comunicato, a 2 minuti dalla fine della partita, che era stata scelta come miglior giocatrice dell’incontro ha festeggiato tuffandosi tra il pubblico, come si vede nelle immagini qui sotto con tifosi e anche, giustamente, tifose allungano le mani per toccare lo splendido corpo dell’atleta.





A fine partita, nuovo abbraccio con i tifosi. Un’attenzione verso i fan che merita sicuramente un grande elogio!


Nella foto qui sotto un primo piano della bella Theresa mentre viene intervistata.


Nella stessa partita, altro episodio sexy è stata un’azione in cui la giocatrice di Omaha Kelsey Lane nel tentativo di fermare l’avversaria Shannon Anderson le ha tirato giù gli slip. Purtroppo le immagini che ho a disposizione non consentono di vedere molto.



Emma e Moa: le belle atlete svedesi contro la discriminazione

Lo sport dovrebbe esprimere un ideale di uguaglianza contro ogni discriminazione e qualche atleta lo ha voluto ricordare durante i mondiali di atletica in corso in Russia.

Emma Green-Tregaro, bellissima atleta svedese (la potete ammirare nella foto di apertura del post) che ha gareggiato nel salto in alto, si è presentata con le unghie dipinte con i colori dell'arcobaleno per manifestare la sua contrarietà alla cosiddetta "legge anti gay" russa.

Anche la connazionale Moa Hjelmer (foto sotto, pure lei una bella ragazza), in gara nei 200 metri, ha colorato le unghie per esprimere dissenso dalla norma discriminatoria.


Una nota stonata è venuta invece dalla saltatrice russa Elena Isinbayeva che ha usato, secondo quel che riferiscono i giornali, parole antipatiche a pure ridicole: "Se si permette che vengano promosse e fatte certe cose per strada, è giusto avere molta paura per il futuro del nostro Paese. Noi ci consideriamo persone normali. Viviamo soltanto uomini con donne e donne con uomini". Darò una notizia a Elena: anche le donne che vivono con donne e gli uomini che vivono con uomini sono "persone normali".

Se Emma e Moa hanno mostrato attenzione per un valore, quello della non-discriminazione, che dovrebbe essere centrale, il Comitato Olimpico non solo non è stato altrettanto solerte ma addirittura ha emanato un comunicato dicendo che alle Olimpiadi invernali che si terranno l'anno prossimo a Sochi, in Russia, non saranno ammesse espressioni di questo tipo. Una posizione che appare molto accomodante nei confronti del governo russo e che contrasta con la coraggiosa schiettezza delle due belle atlete svedesi.


martedì 13 agosto 2013

Cheyenne Lutek: in topless al ristorante

Secondo Cheyenne Lutek, una disinvolta diciannovenne con aspirazioni da modella, le donne dovrebbero essere libere di mostrare il loro corpo come vogliono. Per far parlare della questione (e certamente, ma non c’è nulla di male, per far parlare di sé) ha avuto una simpatica idea: entrare in topless in un ristorante di New York, con il fotografo Allen Henson al seguito. Il proprietario non ha però gradito e la bionda Cheyenne ha dovuto lasciare il posto. Meglio è andata al tentativo successivo: in un ristorante di sushi ha trovato persone più illuminate che non hanno avuto nulla da eccepire sul seno scoperto.

Va ricordato che a New York c’è maggiore topfreedom che altrove. In molte città (ahimè, temo la maggior parte) c’è purtroppo una discriminazione per cui in un parco un uomo può stare a petto scoperto, ma ciò non è concesso a una donna, che rischia di essere invitata a coprire il seno e addirittura di essere multata, come nel recente caso di Brescia. A New York, invece, le regole sono giustamente uguali per tutti e una donna, se lo desidera, può mettersi in topless nel parco. Da quanto leggo in internet, potrebbe anche farlo per le strade della città.

Diverso è comunque il caso dei locali dove il proprietario può chiedere un certo dress code. Dunque, anche se ovviamente provo maggiore simpatia per il ristorante sushi che ha accolto la ragazza in topless, finchè non c’è discriminazione (ovvero un uomo a petto nudo può stare mentre una donna in topless viene fatta uscire) ritengo legittimo che l’altro ristorante abbia idee diverse.

sabato 10 agosto 2013

LFL: visioni angeliche tra Baltimore e Philadelphia

La partita tra Baltimore Charm e Philadelphia Passion, di cui vi ho già parlato nel post precedente per una wardrobe malfunction e una giocatrice tra le braccia dei tifosi, ha anche visto di fronte due giocatrici davvero ... angeliche per il nome (entrambe si chiamano Angela) e per la bellezza, notevole anche nella giù notevole media della LFL.

Se i nomi sono angelici, significativi anche i cognomi. L'Angela di Philadelphia (in verde nella foto di apertura,presa dal sito della LFL) fa di cognome Perfetto e in effetti sfoggia un fisico perfetto! Quella di Baltimore (in viola) è Angela Rypien, cognome noto ai fan del football americano perchè è quello di Mark Rypien, titolato quarterback della NFL. Non è una coincidenza perchè la bella Angela è la figlia del giocatore.

Nelle immagini qui sotto, provenienti dalla sfida tra le due Angele, in evidenza il viso e la scollatura della Perfetto, veramente splendidi...



... e  bello è anche il lato b della forte linebacker delle Passion:


Non è da meno quello della quarterback delle Charm, come si nota nelle due immagini seguenti:



La Rypien è stata anche protagonista di una simpatica "sfilata" sulla barriera di bordo campo, durante la quale i tifosi hanno potuto ammirare ancor più da vicino il suo meraviglioso fisico ... e naturalmente qualche mano si è allungata verso la bella giocatrice ...


Qui sotto la vediamo tra le braccia di un fortunato tifoso:



sabato 3 agosto 2013

LFL: giù gli slip di T.C. Mesta

Sorpresa nell'undicesima partita del campionato di quest'anno della LFL: le Baltimore Charm hanno battuto per un punticino (20-19) le vicecampionesse degli ultimi due anni, le Philadelphia Passion.

Tra le nuove giocatrici di Baltimore che hanno dato una marcia in più alla squadra quest'anno c'è T. C. Mesta, protagonista di ottime azioni e anche di uno di quegli "incidenti" sexy che rendono ancora più stuzzicanti le partite della LFL.

Per fermarla, infatti, Megann Hanson le ha afferrato gli slip con il simpatico risultato che si può ammirare nell'immagine di apertura del post.

Complimenti alle due giocatrici, che vedete nell'immagine qui sotto (a sinistra TC e a destra Megann, foto ufficiali del sito della LFL).


Nell'immagine qui sotto la forte giocatrice di Philadelphia Marirose Roach salta sulla barriera di bordo campo permettendo così a un tifoso di toccarla. Brava anche lei!



venerdì 2 agosto 2013

La classifica del blog (luglio 2013)

A luglio 4014 visite al blog con le quali superiamo le 150.000 visite totali (siamo ora a 153.775)! Grazie a tutti i lettori!

Anche stavolta i primi due posti nella classifica mensile vanno all'articolo sulle giocatrici della LFL nude per Playboy (qui vedete una delle foto, in cui spicca il nudo integrale frontale di Jeanette McCoy), con 173 visite, e a quello con una raccolta di wardrobe malfunctions della LFL, con 169.

All'inizio del post con nudo integrale e bacio lesbo di Elena Anaya avevo scritto che la notizia non era nuova ma che certo non sarebbe dispiaciuto ai lettori se l'avessi recuperata, e così è stato ;-) Inserito a giugno, già nella classifica di luglio è al terzo posto con 145 visite. Complimenti alla bella Elena!

Si resta in tema balneare con il quarto posto per i topless delle stelle dei reality show (129). Seguono Mara Morelli posa nuda (104), la seconda parte di LFL: le giocatrici nude su Playboy (97), Annalisa Santi, video sexy all'univeristà (83: adoro Annalisa!), Niente Miss Italia per Alice e Raffaella (78), Elizabeth Hawkenson: studentessa a luci rosse (62: sempre grande Elizabeth!). Si chiude on una new entry per le top ten mensili: Donne nude alla tv danese (47).

Restano ferme le prime dieci posizioni nella classifica all-time:

1. (=) LFL: giocatrici scoperte (7) 12045
2. (=) Niente Miss Italia per Alice e Raffaella 4091
3. (=) Il calendario di Femen 3504
4. (=) Elizabeth Hawkenson: studentessa a luci rosse 3489
5. (=) Mara Morelli posa nuda 3430
6. (=) LFL: le giocatrici nude su Playboy (1) 2747
7. (=) Le proteste sexy di Femen (4) 2068
8. (=) Spettacolo in spiaggia: Sabrina Cereseto in topless 1925
9. (=) Bacio sul palco tra Samantha e Sabrina1895
10. (=) Paracadutismo senza veli 1575


Nella classifica mensile delle ricerche per parola vittoria della ex giocatrice della LFL Mikayla Wingle (9, con l'aggettivo "nude"), seguita da Annalisa Santi (8, di cui 4 con "nude" e 4 con "seno scoperto"), Sabrina Cereseto (6 con "nuda"), Andrea Osvart (5 con "nude"). Quindi con 4 ricerche ci sono: Danielle Moinet (con "nude"), Elena Leabu (con "nuda"... comunque nel blog non c'è Elena, ma l'ex giocatrice della LFL Kelli Leabu), "nudo integrale" (sì, ne abbiamo ;-) ...), "Sandra Merz porn" (non abbiamo questa Sandra, ma abbiamo ovviamente Alessia Merz) e ci fa molto piacere che qualcuno cerchi proprio il nostro blog: 4 ricerche anche per "lfl very special girls": evidentemente siamo considerati specialisti della LFL! :-)


Nella classifica all-time delle ricerche per parola restano largamente in testa le ragazze di Femen (3243, di cui 1254 per il calendario). Seconde le splendide giocatrici della LFL (693 con tre assemblaggi di parole). Poi Sabrina Salerno (504), Elizabeth Hawkenson (476), Nicole Minetti (444, con l'aggettivo "nuda"), Linda Reinvalde (400), Mikayla Wingle (254, con "nude")