martedì 30 luglio 2013

L'assurda disavventura di Marte

Giovane, bella, coraggiosa, la norvegese Marte Dalelv ha vissuto un’esperienza assurdamente terribile nel Dubai dove si trovava per lavoro. La ragazza è stata violentata da un collega e ha denunciato il crimine alla polizia del luogo. Non solo la sua denuncia non ha avuto seguito, ma la sua deposizione è stata usata contro di lei ed è stata incredibilmente condannata per aver avuto un rapporto sessuale extramatrimoniale!

Già è assurdo che venga considerato un reato fare sesso fuori da un legame coniugale (ne avevamo parlato in questo articolo). Sapendo che in un paese vige una norma così insensata, comunque, una donna starà attenta a non farlo o almeno a farlo in modo che non possa essere scoperto da chi potrebbe crearle guai. Ma in questo caso la ragazza non aveva neppure intenzione di farlo e le è stato imposto con violenza.

Forse in Dubai hanno poi capito che far patire davvero la carcerazione a una ragazza norvegese avrebbe potuto portare a gravi conseguenze diplomatiche e così il tribunale ha “graziato” Marte che potrà tornare a casa. Si tira un sospiro di sollievo, ma è vergognoso che si parli di “grazia” quasi che la ragazza dovesse ringraziare chi non le ha reso giustizia e ha trattato lei, vittima di violenza, come una delinquente.

Un abbraccio a Marte e che possa presto buttarsi alle spalle il brutto avvenimento.

Nessun commento:

Posta un commento