martedì 30 luglio 2013

Agnieszka Radwanska: fede e nudo

Agnieszka Radwanska è una delle più forti giocatrici di tennis del mondo. E’ arrivata fino al numero del ranking nel 2012 ed è ancora oggi tra le primissime. Cattolica praticante, ha aderito alla campagna “Non mi vergogno di Gesù” ed è stata protagonista di un video in cui appariva vicino a palline da tennis disposte a formare il nome “Jezus” (Gesù in polacco, come è facile intuire anche non sapendo la lingua).

Di recente, la tennista polacca ha accettato di posare nuda per “The body issue”, uno speciale annuale di “ESPN” che presenta foto di nudi, comunque abbastanza casti, di sportive e sportivi. Agnieszka è una ragazza giovane, bella e dinamica. Mi sembra dunque normale che quando ha avuto l’occasione di farsi apprezzare dai suoi fan in un contesto simpatico e prestigioso (tante campionesse avevano già posato per “The body issue” e altre lo hanno fatto in quello stesso numero) l’abbia colta al volo.


Le foto, gradevoli e assolutamente di buon gusto, non sono però piaciute ai promotori della sopra citata campagna che hanno deciso di cancellare la Radwanska dai loro testimonial. Cacciare così una persona non mi pare un comportamento molto bello e pretendere di farlo in nome del Cristianesimo è proprio assurdo: il verbo di Gesù è “accogliere”, non “respingere”.


Ha detto Gesù: “Si porta forse la lampada per metterla sotto il moggio o sotto il letto? O non piuttosto per metterla sul lucerniere? Non c’è nulla infatti di nascosto che non debba essere manifestato e nulla di segreto che non debba essere messo in luce.” Agnieszka ha messo in luce il suo bel corpo e le sue foto mostrano la bellezza della Creazione certamente più di tanto sciocco moralismo.

Nessun commento:

Posta un commento