venerdì 17 maggio 2013

Donne che dipingono nudi femminili: Beatrice Borroni

Tre belle figure femminili, nude o seminude, su un albero dal fogliame rosso sono le protagoniste del dipinto ad olio "Le appese", realizzato nel 2011 da Beatrice Borroni. In particolare risalta la ragazza dipinta al centro, veramente adorabile. Così l'autrice descrive questa sua opera: "Un tramonto infuocato,tre superstiti? Tre donne che, come il Barone Rampante mantengono la giusta distanta da una nevrotica umanità".

Ho chiesto a Beatrice di parlarmi un po' di lei e delle sue opere.

Per cominciare, presentati a lettrici e lettori del nostro blog.

Sono nata a Firenze nel 1964 e mi sono diplomata all'Istituto Statale d'Arte per la Ceramica di Sesto Fiorentino. Ho abbandonato presto il mondo così "tattile" della ceramica per gettarmi nell' "aereo" mondo della pittura.

Nelle tue opere hanno un ruolo centrale le figure femminili.

Il mio interesse fin dall'inizio si è focalizzato sul soggetto-persona e più specificatamente sul soggetto-donna. Le donne sono le mie protagoniste in un'infinita gamma di declinazioni. Io narro delle storie; brevi o epiche, popolari o sconosciute, storie che proiettano delle immagini dentro di me, e che io ripropongo nei miei quadri.

Che ruolo ha il nudo femminile nei tuoi dipinti?

Spesso mi piace esprimere una languida sensualità nei miei soggetti. Per questo non necessariamente ho bisogno del nudo: sensuale può essere anche una rosa. Uso il nudo non tanto quanto fonte di "piacere" ma quanto soggetto spiazzante nella complessità del quadro.
Non ho foto nè modelle quando dipingo. Tutto quello che vedo non è reale ma frutto di un mondo immaginato e cristallizzato: immagini del quotidiano, sogni, persone, una certa luce del giorno. Immagazzino nella mia memoria.


Grazie a Beatrice per la sua disponibilità e complimenti per le sue opere. Il dipinto qui sopra è "Brezza" (2010). La figura a destra, scoperta dal vento, mi fa venire in mente le "wardrobe malfunctions" della LFL (come questa con protagonista Ashley Salerno), che sono l'argomento che raccoglie più visite nel nostro blog. Confido quindi che piacerà a chi ci segue ;-)

Se volete saperne di più su Beatrice Borroni e sulla sua opera potete visitare il suo sito borronibeatrice.it.

Nessun commento:

Posta un commento