venerdì 1 febbraio 2013

Il video hot della deputata Rubino: dov'è lo scandalo?


Ieri "Il Fatto quotidiano" ha pubblicato un articolo su un video erotico girato nel 1999 con protagonista Fiorella Ceccacci Rubino, deputata del PDL che è candidata anche per le prossime elezioni. Ovviamente, in clima elettorale, la notizia è stata ampiamente ripresa. L'autore dell'articolo del "Fatto quotidiano" non tralascia di descrivere nei dettagli le scene (e nella pagina è inserito il video, anche se censurato con tondi e rettangoli rossi).

E' un po' deprimente leggere i commenti dei lettori all'articolo. Ne cito uno che può riassumerne diversi altri e che purtroppo rispecchia una mentalità diffusa: "la "signora" nel video sarebbe una che ci rappresenta in parlamento?!?"

Non mi pare che prendere parte a un cortometraggio erotico sia un reato, nè che sia di danno a nessuno. Quindi dove starebbe lo scandalo? Se la bella deputata è stata davvero poco attiva in Parlamento, come dice l'autore dell'articolo (non so giudicare se a ragione o no), si potrà criticarla per ciò, ma attaccarla per il video è solo stupido moralismo e sarebbe bello che l'autore dell'articolo si dissociasse da chi lo ha commentato in tal modo.

Nell'articolo si osserva che la bella deputata "ha cancellato l’esperienza dalla biografia, mentre ha lasciato in grassetto i vari ruoli in palcoscenico con Giorgio Albertazzi o Enrico Montesano". Mi sembra di vederci una punta di sarcasmo. Ma vedendo commenti come quello citato sopra, l'autore dovrebbe capire perchè, nonostante non ci sia nulla di cui vergognarsi (non è mica una delle ruberie di altri nostri "rappresentanti" di cui continuano a parlare le cronache ...), la Rubino avrà preferito ometterla.

Nessun commento:

Posta un commento