venerdì 16 novembre 2012

La minigonna di Tara Berwin fa scalpore

Una studentessa si affaccia alla porta della cucina e chiede sotto voce al fratellino dov'è il padre. Quando lui le dice che sta facendo la doccia, entra in cucina a far colazione e quindi vediamo il motivo della domanda: la ragazza vuole infatti andare a scuola con una minigonna molto corta che non sarebbe approvata dal genitore. Sembra però che il padre avesse già notato l'abbigliamento: quando sta per uscire dalla porta, il fratello le riferisce un suo messaggio: "Se credi di andare a scuola con quella gonna, è meglio che ci ripensi". Lei però sorride, guarda con approvazione la sua mise ed esce.

La simpatica pubblicità, che gioca sul familiare conflitto tra iperprotettività paterna e desiderio di libertà della ragazza, ha ricevuto molte contestazione. Il Daily Mail riferisce di ben 19 proteste giunte all'ASA, ente inglese di controllo della pubblicità.

Va precisata subito una cosa: la ragazza che interpreta la studentessa in minigonna, Tara Berwin, è maggiorenne (ha 18 anni). Non si vede dunque dove sia il problema.

Lo spot è divertente e per nulla volgare. Tara è proprio carina con la divisa da studentessa (che non significa di per sè un'allusione a "bambini": ma chi fa queste polemica non sa che si studia anche oltre i 18 anni?), la gonna corta e le calze sopra il ginocchio che esaltano la parte scoperta delle belle gambe.

Non tutto il male vien per nuocere, comunque. In fondo le polemiche hanno dato maggiore visibilità alla pubblicità e alla sua interprete. Auguro alla bella Tara una carriera piena di soddisfazioni!

Nessun commento:

Posta un commento